• +39 011.455.7373
  • info@azhost.it

Fai crescere il tuo business online.

Come aprire un blog di cucina in pochi passi

Scopri quali ingredienti ti servono

Vuoi condividere il tuo amore per il cibo? Scopri come creare un blog di cucina di successo. Segui la nostra ricetta e inizia a creare il tuo food blog.

Magari sei un cuoco casalingo appassionato e vuoi condividere le tue creazioni culinarie con il mondo. O forse hai un sito web dedicato al cibo, una caffetteria, un servizio di catering o una pasticceria – chissà, potresti aver persino scritto un libro di cucina. Questi sono solo alcuni dei motivi per cui potresti voler diventare un food blogger. Aprire un blog di cucina può avere risvolti creativi, o essere un modo per condividere ricette e suggerimenti, o per attirare più clienti verso la tua attività. Ma proprio come per fare un soufflé da zero, aprire un blog può sembrare un compito scoraggiante per i principianti.

Quello del food blog è un campo affollato, ma non lasciarti scoraggiare. C’è sempre modo di aggiungere un posto in più a tavola. Creare un blog di cucina è facile come seguire una ricetta. Basta usare questi passaggi.

Come aprire un blog di cucina: la ricetta

Creare un food blog è principalmente una questione di seguire le istruzioni, proprio come avviene in cucina. Ecco le basi.

  1. Dai un buon nome al tuo blog di cucina.
  2. Scegli una piattaforma per blog.
  3. Progetta la tua cucina online.
  4. Scrivi un post.
  5. Tieni in considerazione le parole chiave.
  6. Promuovi il tuo post.

1. Dai un buon nome al tuo blog di cucina.

Innanzitutto, dovrai acquistare un dominio che diventerà l’indirizzo web del tuo blog. Il nome del tuo blog dovrebbe dire ai lettori di cosa tratta. Oltre alle estensioni web come .com, potresti prendere in considerazione .cooking o .recipes. In questo modo avrai più opzioni che mai per scegliere il nome del blog.

Il nome del tuo blog è come la tua firma: ti distingue dalla massa.

Sii creativo e scegli un nome di dominio che sia breve, facile da ricordare per i lettori e non identico o simile al nome del blog di qualcun altro. Per consentire ai lettori di trovarti facilmente, sarebbe importante evitare numeri e trattini.

Inizialmente potresti avere l’impressione che ogni nome di blog sia già stato preso, ma devi continuare a insistere fino a quando non ne trovi uno disponibile. Concediti un giorno o due per rimuginare. Proprio come accade con un bambino, battezzare il tuo blog di cucina è un vero e proprio impegno. Quindi, scegli un nome che possa continuare a piacerti anche col tempo.

2. Scegli una piattaforma per blog

Il prossimo passo per aprire un blog di cucina è scegliere una piattaforma per crearlo. Ci sono TypePad, Blogger, Tumblr e molti altri. Ma WordPress è il punto di riferimento per molti food blogger perché è facile da configurare e versatile. Ha molti plugin (cioè software aggiuntivi) che puoi usare per rendere il tuo blog più completo, ad esempio aggiungendo un box per effettuare un’iscrizione e-mail o la funzionalità per vendere qualcosa.

Se non hai problemi a gestire gli aggiornamenti tecnici, puoi installare una versione gratuita di WordPress in un piano di hosting esistente. Non sei interessato alle questioni tecniche? AzHost offre un servizio di hosting WordPress che si occupa degli aspetti tecnici per te e ti semplifica le operazioni di avvio.

Mancano solo pochi step (salta entrambi se stai usando WordPress gestito, poiché li troverai già fatti):

Scegli il tuo web host 

Se stai utilizzando la versione gratuita di WordPress, dovrai pagare per l’hosting. Il web hosting consente ai lettori di qualsiasi parte del mondo di vedere i tuoi post. Il tuo blog occuperà spazio sul server del web host prescelto. È come affittare un appartamento in un edificio: senza un web host, il tuo blog non sarà visibile agli altri.

Collega il nome del dominio al tuo food blog

La società di hosting che scegli ti mostrerà come farlo. Molti hanno un tutorial su come connettere il tuo dominio al blog. Questo passaggio è in genere semplice e veloce.

3. Progetta la tua cucina online

Il design del tuo blog è il packaging per i tuoi contenuti: è il modo in cui  il tuo blog apparirà al mondo. Se stai usando WordPress, dovrai scegliere un tema: si tratta di modelli con stili e layout diversi. Una semplice ricerca su Google con le parole “temi per blog di cucina WordPress” ti mostrerà molte opzioni (alcune gratuite, altre a pagamento). E questa è solo la punta dell’iceberg.

Scegli un tema che ti piace e successivamente cambia le foto e il testo per renderlo tuo.

Il design è la parte divertente, ma può anche essere frustrante perché avrai molte decisioni da prendere riguardo ai colori, caratteri e foto da usare. Non sei certo di come creare il tuo blog di cucina senza impazzire? Ci sono alcune scorciatoie che puoi prendere, proprio come con le ricette. Inizia subito a configurare il tuo blog con WordPress Gestito di AzHost, che ti propone diversi template a tema “cucina” e sfrutta la semplice funzionalità di trascinamento drag and drop. 

4. Scrivi un post

Pubblicare il tuo primo post è eccitante perché puoi comunicare direttamente con i tuoi lettori. Per il tuo primo post basta scrivere un annuncio per la nascita del tuo nuovo blog, dare il benvenuto ai lettori e dire loro di cosa parlerà. Per farli tornare sulla pagina, assicurati di rispondere alla domanda fondamentale: perché il mondo ha bisogno del tuo blog? Quale scopo specifico può avere?

Va bene che il tuo primo post sia breve, ma nei prossimi scrivi un po’ di più e aggiungi una o due foto allettanti. Scatta le tue foto o trova belle immagini gratuite sul web. Presto padroneggerai il procedimento. Mentre scrivi, pensa ai tuoi lettori come se fossero tuoi amici. Sii te stesso.

5. Tieni in considerazione le parole chiave

Quando si tratta di imparare come aprire un blog di cucina, il fattore parole chiave (dette keyword) è fondamentale! Senza parole chiave, i motori di ricerca non possono trovare i tuoi post. E dato che la maggior parte delle persone utilizza i motori di ricerca come Google per tutto, è bene assicurarsi che Google “veda” i tuoi articoli. Se i motori di ricerca non riescono a trovare il tuo post, nemmeno i lettori lo faranno.

Quindi prima di pubblicare, ti consigliamo di:

  • Trovare una keyword/frase unica per ogni post che descriva bene ciò di cui tratta.
  • Aggiungere quella parola chiave o frase al titolo del post, al primo paragrafo, a un sottotitolo e naturalmente usarla per tutto il resto del post.

Puoi trovare parole chiave con lo strumento apposito Keyword Planner di Google (potrebbe essere necessario creare un account Ads, sebbene l’utilizzo dello strumento per le parole chiave sia gratuito). La parola chiave scelta deve essere correlata all’argomento di ciascun post. Dovrebbe avere una buona quantità di traffico (oltre 1.000 visitatori mensili), ma bassa concorrenza. È importante anche scegliere una parola chiave o una frase chiave diversa per ogni post.

Oltre alle parole chiave, aggiungi meta tag a ciascun post utilizzando uno specifico plugin come WordPress SEO di Yoast. I meta tag sono pezzi di testo che descrivono il contenuto del post del tuo blog e aiutano a garantire che il tuo blog venga visualizzato nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

6. Promuovi il tuo post

Una volta pubblicato il tuo primo post, puoi far sì che più persone lo vedano promuovendolo sui tuoi social network. Il modo per aprire un blog di cucina e creare traffico è davvero solo una questione di scrivere post e promuoverli.

Suggerimento professionale: assicurati di essere attivo sulle piattaforme che hanno senso per la tua attività di food blogger, quindi adatta i post in modo che siano giusti per ogni piattaforma. Immagini professionali per Instagram? Magari accesso privilegiato con Snapchat? Sei tu che decidi.

L’ingrediente segreto

A volte, sapere cosa scrivere nel tuo food blog può essere difficile quanto decidere cosa preparare per cena, soprattutto se lo hai aperto da un po’. Creare il tuo blog di cucina – e tenerlo vivo – implica pubblicare frequentemente deliziosi contenuti di alta qualità.

Per superare il blocco dello scrittore, prova queste tattiche:

Intervista degli esperti

L’aggiunta delle voci di altri food blogger, chef, proprietari di ristoranti o autori di libri di cucina può rendere i tuoi contenuti più interessanti. Bonus: le persone che intervisti potrebbero promuoverti sui loro social network.

Scrivi per argomenti

Crea post che raccolgano vari collegamenti ad altri post di blog incentrati su un argomento specifico, come i gadget da cucina preferiti, ristoranti, ingredienti, libri di cucina, chef locali, tour gastronomici, episodi di programmi TV di cucina, etc. In genere questi tipi di post sono veloci da mettere insieme. Considerali riempitivi per il tuo blog, come il pangrattato nel polpettone.

Dai un tocco di originalità ai tuoi post

Invece di concentrarti sul contenuto nutrizionale di un piatto, potresti illustrare come risparmiare denaro facendolo, o concentrarti su un altro aspetto come un viaggio (ad esempio, com’è provare quel determinato piatto in un paese diverso mentre sei in vacanza).

Consiglio del professionista: decidi con quale frequenza pubblicare e prova a rispettare il tuo programma. I tuoi lettori inizieranno ad aspettarsi post da te. Se hai poco tempo, scrivi in ​​anticipo una serie di post e programmane l’uscita con WordPress. Scrivere gruppi di contenuti, proprio come cucinare per fare scorta, fa risparmiare molto tempo!

Fallo cuocere

Ci sono molte ricette su come aprire il tuo blog di cucina, ma quella di base che ho appena delineato qui è tutto ciò di cui hai bisogno, soprattutto se il food blogging – magari come è stato per padroneggiare la salamoia o perfezionare la pavlova – diventa il tuo progetto preferito.

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.