• +39 011.455.7373
  • info@azhost.it

Fai crescere il tuo business online.

Blog e affiliazioni: come guadagnare con l’affiliate marketing

Inizia a rivendere

Hai un blog e stai pensando a come renderlo una fonte di guadagno. Forse il tuo scopo è semplicemente di renderlo un’entrata in più, o forse stai pensando più in grande e vorresti trasformare il tuo blog in una macchina da soldi. In ogni caso, dovrai valutare le opzioni a tua disposizione. Forse avrai sentito parlare delle affiliazioni per blog come una possibile fonte di guadagno, ma non sai se sono andate per te. Cerchiamo di scoprire di più sul marketing delle affiliazioni o, per dirla in inglese, sull’affiliate marketing.

Blog e affiliazioni: di cosa si tratta?

Prima di tutto, potresti essere una di quelle persone che si sente un po’ a disagio quando sente il termina affiliate marketing. Tuttavia, se fatto bene e in modi che tengono sempre in mente le necessità dei tuoi clienti, può diventare una nuova fonte di guadagno. Il concetto è semplice. Tu sei un rivenditore. Condividi o scrivi sul prodotto o servizio di qualcun altro e se un lettore clicca sul link e compra qualcosa, tu guadagni una percentuale sull’acquisto.

In un certo senso, sei un venditore su commissione ma con molta più indipendenza.

Ci sono affiliate marketer che gestiscono dozzine, se non centinaia di siti, ma oggi concentriamoci sul tuo blog e sui modi in cui puoi sfruttare il potere delle affiliazioni.

Come iniziare con le affiliazioni per blog

Community, fammi e traffico. Questi tre elementi sono essenziali per il successo dei tuoi sforzi per iniziare con le affiliazioni. È meglio se ti concentri su tutte e tre, ma su una soltanto.

La tua community

Se il tuo blog ha successo, hai creato una sorta di community. Potrebbe trattarsi di un gruppo di lettori regolari. Forse generi molte conversazioni attraverso i commenti sul tuo blog. Potresti persino avere una community esterna, come ad esempio un gruppo Facebook, dove incanali i membri verso il tuo sito.

Qualunque sia il caso, la tua community è legata ai tuoi contenuti e può essere un mezzo perfetto per iniziare con le affiliazioni sul blog.

I tuoi fan

Molto probabilmente i tuoi fan aumenteranno, che sia al di fuori della tua community o attraverso servizi che offri dal punto di vista business. Potrebbero essere diventati dei fan talmente leali che, quando si trovano a dover comprare un prodotto o servizio specifico, cercano prima sul tuo sito per vedere se hai un link di affiliazione. Questa è la definizione di vero fan.

Il tuo traffico

Il traffico aumenta così come aumenterà la tua community e il numero dei tuoi fan. Se il tuo mercato target è solido, più traffico avrai, più entrate riuscirai a generare.Anche un numero ristretto di lettori molto devoti può impattare positivamente sulle vendite. Generalmente, io consiglio di puntare ad avere un buon traffico. In questo modo i numeri saranno a tuo favore.

Leggi anche: Come aumentare le visite al tuo sito

Chi sono i tuoi lettori e qual è la tua nicchia target? 

Ovviamente, questi 2 elementi sono complementare poiché il tuo pubblico di lettori si svilupperà dalla tua nicchia.

Vuoi promuovere prodotti e servizi legati a ciò di cui parli sul tuo blog.

Sii selettivo. Ad esempio, facciamo che sul tuo blog tu parli di lavoro da remoto. Parli del tuo ufficio a casa e di come l’hai organizzato. Non rendere ogni link un link di affiliazione ad Amazon: la scrivania, la sedia, la libreria, i poster appesi al muro, ecc. Non iniziare a creare post con il solo obiettivo di aggiungerci una dozzina di link di affiliazione.

Scegliere i tuoi affiliati

Affiliazioni per blog: cosa sapere

Potresti sorprenderti nel vedere quanti prodotti o servizi hanno programmi di affiliazioni. Puoi trovare molte opportunità di affiliazione per blog sui grandi siti.

Dovrei essere un affiliato solo di prodotti che uso e di cui mi fido?

Esiste una linea sottile qui. Prima di tutto, siamo realistici. Se vuoi aiutare i tuoi lettori e fornirgli abbastanza opzioni, puoi aspettarti di aver utilizzato ogni prodotto o servizio? No. Ma avrai bisogno di avere un minimo di fiducia verso un prodotto a cui stai legando il tuo brand e la tua reputazione.

Ovviamente, non c’è modo di evitare una brutta esperienza che qualcuno potrebbe avere con un venditore.

Tuttavia, come ripetiamo, non si deve diventare affiliati per il solo motivo di fare qualche soldo in più.

Leggi anche: Come guadagnare da un sito

Cosa offrono le affiliazioni per blog

Avrai bisogno di conoscere le policy del tuo partner di affiliazione su:

Adesione

A seconda del programma, alcuni potrebbero richiedere che tu riceva un’approvazione. Se c’è una domanda di adesione, le domande che ti faranno dipenderanno dal tipo di affiliato. Non scoraggiarti se vieni rifiutato. Ricorda, vogliono che la cosa calzi a pennello sia per loro che per te.

Commissioni 

La maggior parte sono basate su una determinata percentuale sulle vendite, che potrebbe variare. E una volta che inizi ad avere successo con un programma, contattalo per negoziare una percentuale maggiore. Ricorda, gli stai facendo un favore. A meno che tu non stia facendo qualcosa che potrebbe farti rimuovere dal programma, sei tu ad avere il vantaggio perché ti pagano solamente quando vendono qualcosa.

Payout

Alcuni pagano una percentuale fissa una tantum. Altri lo fanno su una scala: più vendi in un determinato periodo, più alta è la percentuale. Altri ancora pagano commissioni minori, ma su base ripetuta. Ad esempio, se si sceglie un canone mensile, queste commissioni sono più piccole, ma saranno ripetute ogni volta che l’abbonato rinnova il prodotto o servizio.

Tracking con i cookie

Se un affiliato utilizza i cookie, questi assegneranno un periodo di tempo specifico. Ad esempio, se i cookie hanno una durata di 30 giorni significa che, una volta che un lettore ha cliccato sul tuo link, se ritorna sul sito ed effettua l’acquisto entro 30 giorni riceverai comunque una percentuale sulla vendita. Tuttavia questo non sempre può essere garantito, dato che ci sono casi in cui i cookie potrebbero essere bloccati o cancellati nei browser, o che da allora hanno utilizzato un altro link di affiliazione che sostituisce i cookie che vengono monitorati per il tuo link.

Pagamenti

I pagamenti delle affiliazioni potrebbero arrivare a voi tramite PayPal, deposito diretto o qualche altro metodo. Inoltre, non aspettatevi un pagamento immediato. La maggior parte dei siti ha un periodo di attesa, diciamo di due o tre mesi, per essere sicuri che il cliente non chieda un rimborso.

Come e dove utilizzare i link di affiliazione su un blog

Blog e affiliazioni: dove inserire i link

Nella maggior parte dei casi, i link di affiliazione sono utilizzati in due modi:

  1. Inserendo banner nella tua sidebar, nel footer o da qualche parte all’interno dei post.
  2. Attraverso link testuali all’interno dei tuoi blog post.

Potresti scoprire che solo uno o entrambi questi modi sono il percorso da seguire sul tuo blog. I test, che spiegherò più avanti in questo post, ti aiuteranno a prendere questa decisione.

Nell’utilizzare i link di affiliazione, ricorda sempre che i blog di maggior successo si concentrano tutti sull’aiutare i lettori. Mostrare ai tuoi lettori come un prodotto o servizio affiliato può aiutarli a risolvere un problema è probabilmente uno dei modi migliori per convincerli a cliccare sul link, supponendo, naturalmente, che tu abbia prima guadagnato la loro fiducia.

A volte scrivere un post di confronto potrebbe sembrarti d’aiuto per i tuoi lettori, ma potrebbe non solo confonderli (pensa ad esempio ad una recensione di 10 soluzioni di hosting), ma potrebbe anche renderli scettici nel caso in cui ogni fornitore di hosting avesse un link di affiliazione. Quale azienda stai davvero consigliando?

Riguardo al posizionamento del link, ho scoperto che due o tre in un blog post sono la soluzione più efficace.

Blog e affiliazioni: come iniziare con WordPress

Se stai usando WordPress per il tuo blog, sappi che è la soluzione ideale per l’affiliate marketing. 

Qui ci sono un paio di plugin che ti aiuteranno:

ThirstyAffiliates Affiliate Link Manager

Il plugin Thirsty Affiliates Link Manager aiuta a gestire tutti i tuoi link di affiliazione. Ad esempio, facciamo l’ipotesi che un affiliato cambi il suo URL o link – è una cosa che succede – o che tu voglia semplicemente sostituire un link. Se quel link è in decine di post, avrai bisogno di tantissimo tempo e, a meno che tu non abbia tenuto traccia di tutti i post, è quasi impossibile effettuare la modifica su tutti. Questo plugin ti consente di modificare l’URL in un unico posto e mostra anche ogni post in cui si trova uno specifico link affiliato.

Advanced Ads

Il plugin Advanced Ads ti aiuta a gestire e controllare i banner pubblicitari. Ti dà la possibilità di mostrare i banner di affiliazione in date specifiche o in luoghi diversi.

Ci sono molti altri plugin là fuori che possono aiutarti a gestire le affiliazioni sul tuo blog. Non importa quale scegli di usare, ma ti suggerirei di usarne solo uno. Ti farà risparmiare tonnellate di tempo.

Non dimenticare il disclaimer

Se si utilizzano i link di affiliazione, sei legalmente tenuto a informare i tuoi lettori. Questo non significa che devi mettere le parole “link di affiliazione” dopo ogni link, ma devi comunque renderlo chiaro ai tuoi lettori. Puoi farlo sulla tua pagina di privacy/disclaimer così come nel tuo footer – o in altre parti del tuo sito. 

Con l’insorgenza di blocchi pubblicitari, AMP e temi responsive, i banner pubblicitari affiliati potrebbero non apparire sui browser di alcuni utenti e non essere visti se si utilizza AMP. I temi responsive spesso spingono le barre laterali verso il basso sul cellulare e gli utenti raramente si prendono il tempo di scorrere verso il basso. Tienilo a mente mentre pianifichi la tua strategia di affiliazioni per il blog e fai i tuoi test.

Il marketing di affiliazione non è una truffa.

Se usato correttamente, è solo un altro modo legittimo per avere un flusso di entrate. Trova ciò che funziona per te e i tuoi lettori e sarai sulla strada giusta per fare passi avanti e guadagnare con le affiliazioni sul blog.

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.